Attività di studio ricerca e assistenza tecnica

Pubblicato in:

La pianificazione dell’intervento di bonifica si basa sulla conoscenza approfondita del territorio consorziale e delle sue esigenze in termini di sicurezza idrogeologica e di valorizzazione e tutela delle proprie risorse.

Strumento indispensabile per la conoscenza e, quindi, la pianificazione degli interventi è l’informatizzazione per cui è stato già avviato un programma operativo che al momento è applicato alle attività amministrative e gestionali dell’Ente (catasto, ruoli, ecc. ), ma che è proiettato a svolgere un ruolo di assistenza all’attività di studio, pianificazione e progettazione per costruire a regime un vero e proprio Sistema Informativo Territoriale indispensabile per la pianificazione degli interventi.

E’ innegabile infatti che l’uso di tecniche di pianificazione basate su sistemi informativi geografici è utile sul piano operativo, consente un processo di analisi più approfondito e puntuale di tutte le tematiche della bonifica e della irrigazione, che richiedono nuovi interventi sul territorio, e assicura inoltre una minore soggettività nelle scelte decisionali e nella formulazione delle priorità di intervento. Sulla base dei dati disponibili vengono individuate le esigenze prioritarie del territorio, aggiornate le proposte operative e redatte le progettazioni.

L’assistenza ai consorziati con particolare riguardo a quelli agricoli, si attua con il coinvolgimento diretto delle singole aziende agricole nella fase di pianificazione e progettazione degli interventi di bonifica e irrigazione da realizzare;

  • nella fase esecutiva il rapporto con i consorziati attiene di norma ai problemi di cantiere, di servitù o esproprio, per i quali è costituito, all’interno dell’organizzazione consorziale, un apposito ufficio espropriazioni;
  • nella fase successiva alla costruzione, cioè nella fase di esercizio e manutenzione, l’attività di assistenza si esplica nell’individuare le modalità (di gestione delle opere) che risultino più convenienti per i consorziati, nel concordare con essi la data di inizio della stagione irrigua, nell’indicare i criteri di utilizzo ottimale delle risorse, nell’affrontare e seguire l’attività dimostrativa e nel trasferire, attraverso incontri individuali e di gruppo, i risultati delle ricerche svolte direttamente o da istituti specializzati;
  • nell’organizzare appositi corsi di formazione per l’uso ottimale dei fitofarmaci ed il conseguimento del “patentino” per l’accesso all’acquisto dei fitofarmaci stessi.

Esplora il nostro Consorzio

Torna su